Tempi piu’ rapidi, maggiore trasparenza e
meno impatto ambientale. Dal primo settembre tutte le richieste di autorizzazione paesaggistica e accertamento di compatibilita’ dovranno essere prodotte e trasmesse in modalita’ digitale attraverso la posta elettronica certificata